Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2012

Presepe vivente a Turi

presepe 2011Il presepe, ideato da S Francesco in una mangiatoia di Greccio, conserva sempre il suo fascino e molte famiglie realizzano in casa, per Natale, la sacra rappresentazione con statuine comprate in un mercatino locale, napoletano oppure della collezione Thun. Nel forno di via D’Addante una caratteristico presepe attira molti visitatori, mentre la Pro Loco di Turi ha voluto ripetere,  per il 1 GENNAIO 2013, la rappresentazione vivente del Natale nel centro storico di Turi, utilizzando come scenografia natalizia  via S Chiara, piazza F Curzio, via forno comunale, via S. Andrea, via Gonnelli e piazza Gonnelli, che diverranno palcoscenico della sagra di Natale, con pastori e pecorelle, Re Magi, la Madonna e S Giuseppe il Bambino e l’asinello, artigiani, soldati, autorità che si cimenteranno in alcune recitazioni.

 foto  presepe 2011

Read Full Post »

AUGURI di dolci festività

AUGURI da turionline

Read Full Post »

La crisi colpisce anche Babbo Natale

babbo Natale con l'asinoAnche chi dispensa doni, quest’anno ha dovuto fare i conti con la crisi: un Babbo Natale non ha potuto noleggiare una renna e si è accontentato di un ciuccio.
Il fatto: un gruppo di genitori dell’asilo “don Tonino Bello” di via Napolitano ha voluto rallegrare i bimbi con una simpatica iniziativa, quella di presentare loro un Babbo Natale. Cistulli Franco (16) si è vestito in rosso per l’occorrenza ma invece di una renna ha trovato solo un asino, che ha trainato fino al plesso scolastico dove lo hanno accolto, prima, alcuni genitori e poi i bimbi incuriositi.

 

Read Full Post »

faldacchea: boccone di dama

 

Natale si avvicina e molti già pensano a garantirsi un dolce regalo per sè e per gli amici: la faldacchea. I pasticcieri di Turi incominciano a ricevere prenotazioni, alcune da spedire (peccato che non è sempre disponibile a richiesta)

“Faldacchea” o boccone di dama è un tipico dolce turese fatto con pasta di mandorle cotte, pan di spagna bagnato con liquore e amarene sciroppate ; è tradizionalmente ricoperto da una glassa bianca di zucchero, sostituito oggi da cioccolato bianco.

La sua storia nasce nella cucina della foresteria  del soppresso Monastero delle Clarisse di Cassano, dove Il 4 Ottobre del 1903 giunsero quattro suore del Sacro Cuore di Gesù , mentre era sindaco l’avvocato Vincenzo Petruzzellis. In questa dimora, spesso si riunivano gli alunni della Scuola Elementare, nonché i più grandi delle Scuole Medie per recite ed incontri formativi, sempre assistiti e guidate dalle Religiose. In questo periodo le Apostole  del Sacro cuore si dedicarono alle famiglie povere e alla conduzione di un laboratorio di pasticceria  per giovanette; tra queste, trascorse parte della sua giovinezza una giovane turese, che tornando a Turi fu subito soprannominata “monacacèdde” (piccola monaca); questa veniva chiamata nelle case di benestanti e di promessi sposi per preparare dolci; insegnò, anche, ad altre l’arte pasticciera appresa nel convento.

La forma, tradizionalmente a forma di parallepipedo, varia a secondo la destinazione: rotonda, cuoriforme …. Oggi Natale quando arriva arriva….. se vuoi fare un regalo per te e per gli altri, acquista  bocconi di dama.

Read Full Post »

PRANZO SOCIALE dei “mulacchioni”

clicca sopra per una slide fotografica

Domenica 16 Dicembre, l’Ass. Mule del Carro di S. Oronzo ha festeggiato il sodalizio con un pranzo sociale presso la Sala Ricevimento di Villa Menelao.

L’associazione è in rete con il suo sito web. Clicca quì

Read Full Post »

Amalia Grè

clicca sopra per una slide

Una serata rigida riscaldata da una splendida orchestra, quella dell’Amministrazione provinciale, e da una voce melodiosa, quella di Amalia Grè.  L’arciprete don Giovanni ha fatto gli onori di casa, invitando per un saluto il Sindaco Onofrio Resta, Michele Boccardi e Trifone Altieri, ass. provinciale alla Cultura.

Il proscenio, la Chiesa Madre, davanti ad un pubblico, che ha occupato tutti posti a sedere, ha ospitato un concerto con musiche di Natale: Medley, white Christmas, tu scendi dalle  stelle, jingle bells ed infine you raise me up, brano con il quale Amalia Grezio, in arte Amalia Grè, cantautrice di Miggiano, si è congedata dal pubblico plaudente.

Ha diretto l’orchestra il campano maestro Raffaele Minale. La performance canora fa parte di progetto musicale dell’Orchestra Sonfonica della Provincia di Bari, cui è associato un grande momento di solidarietà: in ogni Comune infatti ci sarà una raccolta fondi per un’emergenza o esigenza locale. La conclusione Il 20 dicembre sarà a Bari, nel Teatro Petruzzelli.

Read Full Post »

clicca per una slide

Un mix di preziosità offerta dall’Unesco.
Ieri due pullman hanno condotto le delegazioni Unesco di Bisceglie, Turi e Conversano a Napoli per declamare la pace ed omaggiare tre musicisti pugliesi: Gaetano Veneziano di Bisceglie, Giovanni M. Sabino di Turi e Giovanni C. Netti di Putignano, in una cornice dorata: la santa Cappella di San Gennaro a Napoli . Un lungo e prezioso lavoro del turese “maestro” Paolo Valerio ha permesso la riscoperta di parte della biografia e di alcune opere del musista barocco turese, negli archivi di Turi, Napoli e Malta, che successivamente, spera presto, sarà dato alle stampe.

Un filo d’Arianna capace di legare ancora oggi la Terra di (altro…)

Read Full Post »