Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2013

Festa dei Ceri a Gubbio

festa dei Ceri

clicca sopra per una slide 2007

chi può e non ha da raccogliere ciliege deve pensare di trascorrere almeno un paio di giorni a Gubbio, il 15 di Maggio, quando la città, vestita a festa, corre di gioia per S. Ubaldo, S. Giorgio e S. Antonio; il rosso il giallo e il nero vestono gli eugubini e le bandiere tappezzano pali e balconi. La mattina del 15 i ceraioli dei tre gruppi si riuniscono in piazza grande per ricevere la benedizione, le chiavi e i ceri, deposti il giorno prima nel palazzo della Signoria, sui quali campeggiano le statue dei tre santi.
I ceri vengono infissi nelle barelle e saranno pronti per l’alzata e la virata e. poi, come un missile, raggiungere il paese medioevale per presentare il proprio santo ai ceraioli e agli uomini che contano. Via ch’eccoli gridano quanti inbottiti nella folla cercano di far largo per evitare di essere travolti.

Read Full Post »

annunziataLa primavera tiepidamente incomincia a farsi sentire; le nebbie impensieriscono un pò gli agricoltori; la Confraternita dell’Addolorata, comunque,  si prepara ai primi festeggiamenti dell’anno: le luminarie sono state montate e S. Lucia e l’Addolorata sono “pronte” ad accogliere i  fedeli in S. Domenico; ma la festa è nota, soprattutto per il passa passa del 25 Aprile, giorno celebrativo, anche,  della Liberazione dalla esperienza nazi-fascista, con deposizione di una corona di fiori ai Caduti.

Il tempo sarà favorevole alla festa; per il 24 non si prevede pioggia; molti turesi in festa  si affolleranno davanti alla “Cappellina”, dove verrà celebrata la S. Messa dall’Arc. don Giovanni Amodio e ali di folla seguiranno il rito del passa passa.

Dopo la  benedizione la Confraternita dell’Addolorata sfilerà dopo la bassa musica; l’Arciprete precederà i  portatori del cippo scolpito raffigurante l’Annunziazione, seguito dalle  autorità e dai fedeli; tra questi alcuni padrini o madrine terranno per mano un bambino  con una fascia colorata a tracolla,  segno della durata di legame o di relazione;  insieme, cantando per invocare la protezione  della Madonna; in processione compiranno tre giri intorno alla  chiesetta di S Rocco. (maggiori dettagli sul Quaderno n. 8 pag 116 della  Rivista “sulle tracce”).

 

 

Read Full Post »

Bentornato Presidente

il Presidente

clicca sopra

Giorgio Napolitano resta al Quirinale, per dare una mano ad uscire dalla palude in cui i partiti sono scivolati.

L’88enne non si nega a quanti italiani e non gli chiedono di rimandare la pensione e aiutare i giovani a nutrire ancora una SPERANZA.

Read Full Post »

vescovo Mucedola

clicca per foto

In un momento di “distrazione” D. Pasquale si è confrontato con un periodo cruciale della Storia risorgimentale e ha “inseguito” le orme delle vicende del vescovo di Conversano Mons. Giuseppe Maria Mucedola (1849-1865) e del dinamico canonico del Real Capitolo della Collegiata di Santa Maria della Colonna D. Giuseppe Raffaele Del Drago.
In questo saggio vivace egli ha tratteggiato i tempi burrascosi e le vicende che hanno portato all’unità dell’Italia, raggiunta simbolicamente nella giornata del 17 marzo 1861 con la solenne proclamazione al primo Parlamento unitario di Torino. Con sapida leggerezza, raccogliendo anche le (altro…)

Read Full Post »

Diomeda

clicca sopra per una slide

Donato Diomeda, insieme con la moglie Rosa Laterza, ai figli Vincenzo e Giovanni, ai nipoti e a tanti amici e conoscenti ha festeggiato in piazza Guglielmo Cisternino i suoi 100 anni. La piazza è stata trasformata in una sala da ricevimento con tanto di gazebo, orchestrina, fuochi pirotecnici, dolcetti, torta e spumante. Mariangela Volpicella con fascia tricolore è stata delegata a rappresentare l’Amministrazione comunale; la Pro loco e l’associazione mutilati di guerra hanno offerto targa ricordo e libro, mentre l’Auser di Turi gli ha conferito l’iscrizione come socio onorario. I figli così lo ricordano – clicca sopra

Read Full Post »

percorsi Unesco a Bisceglie

manifesto14 Aprile 2013 – L’Unesco città di Bisceglie, guidata da Pina Catino, ha organizzato una giornata all’insegna della valorizzazione di luoghi e siti della città di Bisceglie, seguendo percorsi del patrimonio identitario della Puglia e attraversando i luoghi con i 5 sensi.

La torre normanna, la cattedrale, il museo diocesano, il museo civico del mare, il museo archeologico, i sepolcri della fam. Falcone, la dimora della ND Maria Consiglio con il palmento, il Dolmen la Chianca .

L’iniziativa ha coinvolto altre sedi della Provincia, tra cui Brindisi, Cerignola e Turi,  e si è conclusa al tramonto con grande apprezzamento per l’organizzazione e cordialità del gruppo UNESCO biscegliese.

Presso il dolmen Chianca, simbolo di Pace e di solidarietà, Salvatore Memeo ha declamato  poesie; tra queste:   La pietra della Pace

 La luce della pietra

invade la memoria

e con (altro…)

Read Full Post »

fermagge

clicca per alcune foto

Presso l’ITC di Turi, questa sera è stata rappresentata una commedia in vernacolo, frizzante, fluida e fortemente espressiva, recitata con  padronanza da attori non professionisti; è stato portato in scena un adattamento della pubblicazione di un dialogo recuperato alla memoria, scritto dal prof. Pasquale De Re: u fermagge pùnde; la pubblicazione fa parte di racconti  del braciere ( intorno al quale le donne “du juse” trascorrevano il loro tempo mentre richiamavano fatti e persone del paese).

L’Associazione culturale “i disciadisce” per la seconda volta, dopo l’agosto scorso in piazza Cap. Colapietro,  ripropone la commedia “u fermagge pùnde”, riscuotendo l’approvazione della platea che più di una volta ha manifestato il proprio compiacimento in occasione di gag o battute.

La rappresentazione è stata preceduta dalla lettura di una poesia, scritta dallo stesso Pasquale: sperième ca chiòve

seconda parte della commedia su youtube

Read Full Post »

Older Posts »