Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2014

cippo dell'Annunziata

clicca sopra per una slide

Turi 25 aprile 2014

La primavera tarda a farsi sentire; le piogge impensieriscono gli agricoltori; oggi il sole ha riscaldato l’aria  offrendo ai turesi e nuovi residenti una piacevole giornata invogliando a partecipare al rito del Passa a Passa; verso le 12, la Confraternita dell’Addolorata, preceduta “do tammurre de Muole” partendo da S. Domenico, ha raggiunto la cappellina di San Rocco, dove si è conclusa la messa celebrata dall’Arc. don Giovanni Amodio;  con ali di folla  hanno sfilato i portatori del cippo ligneo dell’Annunciazione, seguito dai fedeli ma soprattutto da padrini e madrine per mano un bimbo con una o più fasce colorate a tracolla, segno della durata del legame e del ripetersi del rito; insieme, cantando per invocare la protezione della Madonna; in processione si compiranno tre giri intorno alla chiesetta di S Rocco. ( quaderno n. 8 pag 116 della Rivista “sulle tracce”).

l’Associazione Musicale “Maria SS Ausiliatrice guidato dal maestro (altro…)

Read Full Post »

Settimana Santa

sepolcri - Madonna delle GrazieNella Settimana Santa, la tradizione religiosa celebra per la giornata del giovedì il rito dell’adorazione del Santissimo con una visita alle principali chiese, detta popolarmente  visita ai “Sepolcri”, che principia dal tramonto fino a sera tarda; a Turi, resta ancora una tradizione ancora sentita da molti.
Processione di gruppi o singoli nelle stradine di Turi per recarsi nelle Chiese principali dove si va a visitare ed a pregare in religioso silenzio davanti ai “sepolcri”: l’altare principale della chiesa viene addobbato la mattina del Giovedì, in ricordo dell’ultima cena, con fiori e doni portati dai fedeli sul sepolcro diCristo.
crocifisso velato - il Giovedì Santo

processione

Le campane sono state «legate» e nelle chiese, in segno di cordoglio, si spogliano gli arredi ; viene preparato un altare dedicato al Sepolcro, luogo di offerte del sentimento religioso popolare., doni e simboli umili rappresentativi della comunità: fiori, piante e i tradizionali piatti dal chiaro significato augurale: germogli di frumento, lenticchie ed altri legumi fatti crescere in casa in un luogo buio dentro un piatto con il fondo coperto, la cui maturazione è fatta coincidere con il periodo della Settimana Santa.
Per i sepolcri la gente di campagna, un mese prima della Pasqua, seminava in piccoli vasi il frumento, che faceva germogliare e crescere non alla luce ma nel buio di una cassapanca; così acquistava un giallo chiaro; il buio simboleggia la morte e il colore chiaro la resurrezione. La visita suscita sempre nei credenti sentimenti di pietà e ci prepara al Passione celebrata il Venerdì Santo.
Tre anni  fa il terremoto in Abruzzo segnò la Settimana Santa.
golgotaVenerdì,  per la prima volta, una Via Crucis con decine di figuranti, che rappresenteranno le 14 stazioni. La prima stazione, la Condanna,  alle ore 20.00 in Piazza Silvio Orlandi.

L’ultima, Il Sepolcro, presso la chiesa di santa Chiara.

via Crucis

Read Full Post »

Older Posts »