Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2015

confluenze UnescoIeri alle ore 21, nelle sale del Palazzo Marchesale a Turi,  in occasione della “Giornata internazionale del Jazz”, il Club UNESCO Bisceglie, pres. Pina Catino, e il Rotaract Bari Alto Casamassima, presidente Serena Manieri, hanno presentato un Concerto di beneficenza “Confluenze”.

La voce calda narrante di Simona Ferrante socia Unesco e rotariana ha portato i presenti  in viaggio nella storia della “Musica Totale”,  interpretato dall’eclettico pianista Emanuele del Carmine, barese, e dalla forte vocalist Valentina Battista, turese di adozione.
“Fai Vivere i Sogni di chi ha perso la Speranza” è lo slogan della campagna di raccolta fondi promossa dal Direttore Generale dell’UNESCO, Irina Bokova, durante la 37° Conferenza Generale, al fine di sostenere la popolazione delle Filippine colpita dal tifone Haiyan, e  condivisa dai Presidenti Pina Catino e Serena Manieri.


Il jazz, una delle espressioni del multiculturalismo, viene scelta dall’UNESCO come mezzo di comunicazione per promuovere  la coesistenza pacifica e il dialogo.
Durante la serata patrocinata dalla Regione Puglia, dal Comune di Turi e dal Comune di Bisceglie,  si è potuto ammirare le opere dello scultore turese Fabio Basile dedicate a  l’Anno Internazionale della Luce 2015.
Ad organizzar l’evento hanno contribuito i Soci turesi del Club UNESCO Bisceglie, Stefano De Carolis e Giacomo Miale.

Alla fine si è raccolta circa mille euro che sarà devoluto a metà tra le popolazioni del Nepal e delle Filippine.

Clicca quì per una slide

Read Full Post »

statuina madonna col bambino           Quanti sono i santi di Puglia? Una moltitudine tra patroni, compatroni, protettori. Il paradiso di cui potevano aver bisogno gli uomini e le donne c’è tutto nella capillare rete protettiva, utile sì per l’aldilà ma ancor più necessaria per l’al di qua, di santuari, chiese, cappelle a presidio di città e campagne, boschi e grotte, mare e corsi d’acqua. Vi sono venerati vescovi e martiri, religiosi e asceti, mistici, “anargiri”, ausiliatori, “militari”, predicatori. Ognuno con la propria “personalità” giovane o matura, l’abito specifico, il segno e l’attributo che lo rendono immediatamente riconoscibile. E non si può dire che siano distratti: a chi mostra fede e devozione e con abbandono confida nel loro potere, il pellegrinaggio al santuario e la visita alla sacra immagine sono ricompensati con l’esaudimento e la guarigione dei mali fisici e spirituali propri e dei propri cari, come dimostrano le tavolette votive su cui è narrato l’episodio mentre in alto, nella luce divina e tra nubi dorate, appaiono uno o più santi, o la Vergine, artefici del miracolo. ...

così si esprime Francesco Di Palo, ruvese di nascita, giornalista pubblicista., autore di numerosi saggi e monografie,  tra cui “Sacralità domestica, Santi in terracotta tra ottocento e novecento”, ieri  presente a Turi  insieme all’espositore ed organizzatori e gli addetti stampa, per l’inaugurazione di una Mostra itinerante allestita nella Chiesa di Sant’Oronzo, dal tema appunto Devozione domestica” Santi in terracotta tra Ottocento e Novecento nella Collezione Vestita”

La mostra, che rimarrà aperta dal 28 aprile al 28 giugno, nei giorni di venerdì-sabato.domenica dalle 15 alle 20, grazie all’impegno dell’Associazione Bersaglieri di Turi,  espone una molteplicità di (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »